AUTOPROPOSTE
in t'la steppa
AUTOPROPOSTE
09/01/2004 - 09-01-2004 h 21.00
pianoterra
Ilario Sirri - Cesena
liberamente tratto da Il viaggiatore incantato di Nicolaj Leskov
adattamento di Ilario Sirri
con Ilario Sirri
regia Corrado Bertoni

Nel racconto di Leskov si narrano le peripezie di Ivan Testone, frate novizio la cui vera vocazione sono i cavalli e l’aria libera della steppa. E’ sulla scena affaccendato a seppellire un morto, ma questa umile e santa occupazione è continuamente interrotta dal flusso dei ricordi e dalla voglia di raccontarceli. Riviviamo con lui, gli immensi spazi della steppa, abitiamo gli sperduti villaggi russi popolati da santi e vagabondi, magnetizzatori e principi zingareschi, amiamo la fratellanza di Ivan con i cavalli e la sua goffaggine con i cristiani e intuiamo il disegno ora oscuro, ora bislacco, che la vita gli ha riservato. (Corrado Bretoni)
Ho trovato un carretto, un triciclo col carrettino per trasportare le merci, come ce n’erano prima della guerra. Anche mio nonno ne aveva uno, lo adoperava in campagna. Io sono nato ĺ, in quella campagna e quando ho letto ‘Il viaggiatore incantato’ ci ho visto i contadini, quelli che venivano a lavorare la terra di mio nonno. Ho sentito le loro voci, ho visto le loro facce. Mi sembrava incredibile, mentre stavo leggendo un racconto russo vedevo la Romagna, la mia terra, la mia terra mi chiamava. Ho saputo che quello era il racconto che dovevo fare con il carretto, e il linguaggio che avrei usato sarebbe stato il dialetto. (Ilario Sirri)

powered by Hi-Net