AUTOPROPOSTE
il treno in fondo al mare
AUTOPROPOSTE
31/01/2003 - 31-01-2003 h 21.00
pianoterra
Antonio Ramberti - Pesaro
con Enrico Brunelli tromba e tastiere; Gildo Montanari fisarmonica; Simone Polidori chitarra; Loris Rigetti basso; Danilo Miliani batteria; Antonio Ramberti pianoforte e voce
parole e musica di Antonio Ramberti

'Un treno misteriosamente incagliato sul fondo del mare accoglie nei suoi vagoni storie ordinarie di personaggi straordinari in attesa che qualcuno le raccolga e, raccontandole, le renda vive.
Alcuni titubanti viaggiatori salgono sul treno anch’essi in attesa che qualcuno li riconosca e, nominandoli, li renda vivi.
Un lungo fischio poi un grido – Un treno! e ancora – Un treno!, annunciano che finalmente è arrivato qualcuno. Sale in carrozza e il treno ha un fremito. Apre la sua borsa, è anche lui un viaggiatore, il più adatto per quel treno sommerso; fa un cenno con la mano, gli altri viaggiatori prendono posto.
Le storie si fanno musica, voce, poesia, colori.
Il treno è pronto: ora si può partire, ora possiamo partire.'
Paolo Conte e Tom Waits sono i motori immobili dell'ispirazione di Antonio Ramberti. Tra l'elegante raffinatezza e la graffiante ruvidità dei suoi modelli nasce la sua musica, un piccolo mondo fatto di parole e canti che diventano storie che lui affida umilmente a personaggi irreali, comuni, inesistenti, veri.
Una musica che si nutre di parole e parole che si imbevono di musica.

powered by Hi-Net