SOTTERRANEI:
FESTIVAL 'LE VOCI DELL'ANIMA'
idroscalo 93
12/12/2004 - mercoledì 15 dicembre 2004 h 21,15
pianoterra
Sensi Vietati – Napoli
Mercadante Teatro Stabile di Napoli Progetto Petrolio diretto da Mario Martone
scritto da Mario Gelardi
consulenza di Carla Benedetti
con Ivan Castiglione
musica scritta ed eseguita da Alessandro Castiglione
costumi di Alessandra Gaudioso
scene di Luigi Ferrigno
regia di Mario Gelardi

Pier Paolo Pasolini non piaceva a nessuno, e soprattutto non piaceva quello che negli ultimi tempi scriveva. Non piaceva alla sinistra, perché battagliava contro il 1968, le femministe, l’aborto e la disobbedienza. Non piaceva alla destra perché le sue dichiarazioni si accompagnavano ad una argomentazione sconcertante. Non piaceva soprattutto agli intellettuali perché era il contrario di quelli che essi sono, cauti distillatori di parole e di posizioni. La sua morte è stata per molti, una vera liberazione!
In scena un narratore, un vero esploratore nel mondo di Pasolini, il suo pensiero, la sua ricerca, si incarnano in scena nella figura di Pelosi. Un ragazzo (un pensiero) prima timido ed impaurito, poi spavaldo e sicuro di sé. Il nostro narratore mette ordine nella “pratica Pasolini” che una volta chiusa, viene riaperta dopo venticinque anni da un giudice di Pavia che fa delle sconcertanti ipotesi. Una storia possibile, circostanziata che lega due personalità che hanno contraddistinto il secondo dopo guerra italiano, Enrico Mattei e Pier Paolo Pasolini. La storia di un dopo guerra che sembra non finire mai.

powered by Hi-Net